Intervista ai candidati alla Consulta

In vista delle elezioni dei rappresentanti per la Consulta provinciale degli studenti, abbiamo fatto delle domande alle due liste che si propongono di rappresentare il nostro Liceo. Queste sono le proposte di Factotum e Smash. Interviste a cura di: Maria Letizia Salvio e Giulio Micheletta

FACTOTUM

Quali ragioni vi hanno spinto a candidarvi?Indubbiamente la nostra candidatura è nata dalla voglia di portare la voce degli studenti del Giulio all’interno di un organo importante, quale la consulta provinciale.

Qual è il punto fondamentale del vostro programma? Il nostro obbiettivo è abbattere l’indifferenza che domina gli animi della gioventù odierna e spronare i ragazzi, sin dal primo momento in cui mettono piede al liceo, ad essere attivi e propositivi nel cambiamento, dato dall’attivismo studentesco.

Come pensate la vostra attività possa influenzare la vita degli studenti?  Crediamo fermamente che la nostra vicinanza a ogni studente possa essere uno stimolo verso il cambiare lo stereotipo dello studente passivo e concentrato esclusivamente sullo studio, che ignora ciò che lo circonda.

A quali valori politici ed etici vi ispirate? In ogni lista ognuno ha le proprie ideologie politiche, come è giusto che sia, ma Factotum porta e porterà sempre avanti battaglie e iniziative apolitiche, al fine unico di migliorare l’esperienza studentesca di ognuno.

SMASH

Quali ragioni vi hanno spinto a candidarvi? Il nostro interesse per la Consulta è radicato da anni nonostante la disinformazione sia tanta nei giovani, così abbiamo pensato fosse arrivato finalmente il momento di diffonderne il significato e di lottarvi all’interno per cambiare quelle cose che riteniamo inammissibili.

Qual è il punto fondamentale del vostro programma?Per noi, e non è una frase fatta, ogni singolo punto è fondamentale … ti diremmo la reintegrazione della Tesina ma non ci sentiremmo di dipingerlo come più importante del campo dell’edilizia o altro. Sicuramente vi è un “filo rosso” che unisce ogni punto proposto, ovvero la centralità dello studente: sempre e comunque l’obbiettivo ultimo più importante da raggiungere.

Come pensate la vostra attività possa influenzare la vita degli studenti? La consulta ultimamente è stata per la maggior parte composta da personaggi evidentemente disinteressati (in due anni si è riunita solo tre volte). Battersi con un sincero interesse e concentrare molte forze affinché ogni studente conosca e comprenda cos’è la c.p.s. riteniamo sia già fondamentale. La conoscenza è innanzitutto fondamentale visti i giorni d’oggi. Molto fiere e contente dell’interesse suscitato negli studenti soprattutto più piccoli.

A quali valori politici ed etici vi ispirate? Non neghiamo che all’interno di smash ci siano persone interessate alla politica anche al di fuori della scuola, saremmo ridicole ed ipocrite a farlo… ma la nostra forza è il fatto di concentrare sotto un unico nome, ovvero quello della distruzione, ideali differenti, anche opposti. Sembrava utopia anche per noi trovare un equilibrio tra parti diverse sotto ogni punto di vista invece, a grande sorpresa, siamo fieri di esser riusciti a creare un unico fronte comune nell’interesse di questo istituto e della consulta.

Previous «
Next »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *