Padre, Figlio e Teen Spirit

“Ricorda, meglio bruciare in fretta che spegnersi lentamente” diceva Kurt Cobain, ed è quello che ha fatto lui. Oggi 5 aprile ricorre l’anniversario del suo suicidio. Sono già passati 25 anni dalla morte della stella del grunge, una stella cadente, una stella fragile che non è riuscita a sopravvivere alla ferocia del mondo. Intere generazioni lo hanno amato e lo amano tutt’ora, tutti quelli che l’hanno conosciuto non lo dimenticheranno. È certamente un pezzo di storia e di cultura, ma anche anima viva che continua ad esistere in chi se lo ricorderà oggi e per il resto della vita. La sua decisione di mettere fine alla propria esistenza ha sconvolto l’universo della musica, ma forse dovevamo aspettarcelo, sapeva dare un sottotono a tutte le sue canzoni. Come ricordare Kurt? Ascoltando i Nirvana, il suo gruppo, il suo mondo. Per chi non li conoscesse ancora, correte ad ascoltare Smells Like Teen Spirit, la canzone che forse li ha consacrati nella nostra generazione.

Previous «
Next »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *